Format Citazione

Attraverso la pelle
inspiriamo il mondo
ed espiriamo noi stessi,
ciò che siamo
e come respiriamo.

Format Citazione

Chi non risica non rosica.
Il bambino, durante il suo sviluppo motorio, per realizzare un movimento funzionale ai suoi bisogni “improvvisa” delle soluzioni attraverso il provare, riprovare e sbagliare, fino a costruire un movimento efficace. Mangiare autonomamente, camminare, fare le scale, sorreggersi quando cade sono meccanismi che acquisisce nel tempo attraverso l’esplorazione di cosa funziona e cosa no. Più l’obbiettivo è lontano più sarà costretto ad improvvisare. Il motivo per cui questo processo, che fondamentalmente passa attraverso l’errore, diventa uno strumento attraverso il quale evolve il suo sistema propriocettivo è legato al fatto che tutto si svolge in uno stato di non tensione. Viceversa tale sistema non può evolversi.
Cosa succede più avanti? Da adulti?
Da un lato ci sentiamo più sicuri di noi stessi e quindi difficilmente ci mettiamo in situazioni che richiedono di improvvisare, dall’altro entriamo in un’ambiente culturale e sociale che considera l’errore come un fallimento, una mancanza di competenza e una poca professionalità. Il risultato è che il nostro sistema propriocettivo smette di evolversi.
L’improvvisazione è un ottimo strumento per evolversi ma deve mettere in conto l’errore e la capacità di risolverlo in modo rilassato, così da farlo diventare un processo costruttivo e creativo del nostro essere.
Chi non sbaglia non improvvisa veramente, chi giudica l’errore non è di aiuto.

Format Citazione

L’attenzione è un tocco, l’ascolto una delle sue forme.

Format Citazione

L’attenzione può essere attiva (posso portarla in un punto) o, se così si può dire, passiva. È sempre da qualche parte, in un luogo, in un suono, in un ricordo, in un pensiero. Viaggia nel tempo e nello spazio ed è fondamentalmente attirata dal bisogno. Se restringiamo il campo di azione al nostro corpo lei andrà dove il corpo chiama, chiede e vuole dirci qualcosa. L’attenzione è un occhio di bue manovrato dalla percezione.

Format Citazione

Dovremmo osservare il corpo con un senso di meraviglia. Il nostro tentativo di comprenderlo dovrebbe essere umile e rispettoso della sua straordinaria intelligenza e complessità.

Format Citazione

La più grande libertà è l’obbedienza a se stessi.

Format Citazione

Che sia dipingere, suonare, curare gli altri, scrivere o recitare, il processo creativo iniziale è sempre lo stesso, ricalcare con la nostra presenza l’unicità che rappresentiamo.

Format Citazione

Un corpo preparato e ben controllatato può simulare una improvvisazione. Se così è non vedremo né errori né indecisioni. Più ci si avvicina all’improvvisazione (risoluzione di un imprevisto) più è alto il rischio di sbagliare. L’errore d’altro canto è un imprevisto. Vale quindi che stare nell’errore (senza considerarlo tale) è il punto più vicino all’improvvisazione.

Format Citazione

L’intenzione proietta una sorta di ombra del movimento che siamo in procinto di fare, apre un canale preferenziale. Ricalcando quest’ombra con un movimento reale manifestiamo la nostra coerenza corpo/mente. L’intenzione, che muove la fascia e rende più facile e integrato il movimento, scaturisce dall’intelligenza corporea, i processi di autoguarigione e l’espressione creativa della nostra unicità.

Format Citazione

La mente può dirigere l’intenzione di un movimento, ma sarà sempre e comunque sottomessa a quella del corpo. Un’intenzione bipolare crea fatica e instabilità.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi